INDENNITA’ di 600 euro per SPORTIVI con PARTITA IVA: come ottenere il PIN

Avvertenza: le indicazioni che seguono valgono soltanto per i titolari di partita iva. L’indennità di 600 euro per i collaboratori sportivi inquadrati con i compensi di cui all’art.67 comma I lett.m) TUIR ( lettera di incarico / co.co.co. amministrativo gestionale) non vanno richiesti all’INPS ma a Sport e Salute s.p.a. Per le modalità di presentazione delle domande, criteri, termini ecc. si deve attendere un decreto interministeriale che verrà emanato ai primi di aprile  Leggi l’articolo qui: http://www.asinazionale.it/news/indennita-di-600-euro-per-i-collaboratori-sportivi-come-funziona-i-dettagli-demandati-al-decreto-mef-da-adottare-entro-il-1-aprile-1

aggiornamento al 28 marzo 2020

INPS ha comunicato sul sito che le domande si potranno presentare on line a partire dal 1 aprile 2020. Consigliamo dunque di attivarsi fin da subito  per ottenere il PIN semplificato in modo da essere pronti. Le domande vengono istruite in ordine cronologico di presentazione.

Il Decreto Cura Italia –D.L. 17 marzo 2020 n.18 – prevede un’indennità di 600 euro una tantum per il mese di marzo per  i titolari di partita IVA iscritti alla gestione separata INPS, che comprende anche i liberi professionisti sportivi come ad esempio i personal trainer.

Requisiti

  • essere titolari di partita iva attiva alla data del 23 febbraio 2020
  • non essere titolari di pensione
  • non essere iscritti ad altre forme di previdenza obbligatoria

 

La stessa indennità è prevista anche per i titolari di partita IVA iscritti alla gestione INPS ex ENPALS  nel rispetto dei seguenti requisiti:

  • avere almeno 30 contributi giornalieri versati nell’anno 2019;
  • con reddito non superiore a 50.000 euro
  • non essere titolari di pensione

 

Sarà possibile presentare le domande a partire dal 1 aprile 2020. Intanto con nota del  26 marzo 2020 arrivano le prime istruzioni operative per la richiesta del PIN.

 

Domanda

La domanda si presenta all’ INPS con modalità esclusivamente telematiche a partire dal 1 aprile

Chi non è in possesso delle credenziali INPS può ottenere un PIN dispositivo con  speciale procedura semplificata , utilizzabile soltanto per le domande di prestazione per l’emergenza Coronavirus.

Per chiedere tali prestazioni quindi non è necessario ottenere lo SPID.

 

Come chiedere il PIN

  • sito internet inps.it, utilizzando il servizio “Richiesta PIN
  • Contact Center, chiamando il numero verde 803 164 (gratuito da rete fissa), oppure 06 164164 (a pagamento da rete mobile).

Rilascio del PIN

Il richiedente riceverà via mail o via sms un codice di 8 cifre (prima parte del PIN)  che potrà immediatamente essere utilizzato per la compilazione e l’invio della domanda on line

Qualora il cittadino non riceva, entro 12 ore dalla richiesta, questa prima parte del PIN, è invitato a chiamare il Contact Center per la validazione della richiesta.

 

Ulteriori passaggi:

INPS sta attivando una nuova procedura di emissione a distanza che consentirà ai cittadini di ottenere il PIN completo (Pin dispositivo) senza attendere gli ulteriori 8 caratteri del PIN che di solito venivano spediti tramite il servizio postale. Si attendono ulteriori dettagli operativi e la data di avvio del servizio.

 

avv. Biancamaria Stivanello