XV Festival Internazionale di Danza
“LASCIATECI SOGNARE”

DOPPIO APPUNTAMENTO

DOMENICA 18 Novembre 2018
presso Teatro ai Colli via Monte Lozzo,16 Padova
DALLE ORE 18.00

 

DèJà DONNè

presenta
TRE|14

COREOGRAFIE:  Virginia Spallarossa
REGIA:  Gilles Toutevoix
MUSICHE:  Tartaruga
LUCE DESIGNER:  Cesare Lavezzoli
DANZATORI: Priscilla Pizziol, Nicola Guido, Andrea Rampazzo e la partecipazione dei danzatori del corso di perfezionamento professionale riconosciuto dal MIBACT – progetto # padovadanza2018

Un numero infinito nel quale ogni combinazione di numeri è possibile.
Infinite coincidenze che generano infinite combinazioni di lettere e ogni messaggio mai scritto.

La data della nostra nascita, il modo in cui moriremo, il nome di tutte le persone che conosciamo e di tutte quelle mai esistite; il codice genetico di ogni organismo mai considerato sul nostro pianeta e in tutto l’universo, la risposta a ogni domanda che ci siamo mai posti e quella che non ci è mai capitato, è tutto lì, in una infinita stringa di numeri.
Ogni momento esistito, che sta esistendo, che esisterà, che non è mai esistito e che mai esisterà è, nel rapporto di una circonferenza e del suo diametro.

– Spettacolo dal vivo – organismo ministeriale circuito pluridisciplinare – trattato di NEXT – Laboratorio delle idee per la produzione e la distribuzione dello spettacolo dal vivo lombardo – edizione 2016-2017.

 

 

 

ASMED – BALLETTO DI SARDEGNA

presenta
SATURA..Sì!

COREOGRAFIA: Luca Castellano, Sara Pischedda
REGIA: Luca Castellano, Sara Pischedda
MUSICHE:  AA.VV.
COSTUMI: Luca Castellano, Sara Pischedda
LIGHT DESIGNER:  Luca Castellano, Sara Pischedda
DANZATORI: Luca Castellano, Sara Pischedda
PRODUZIONE : ASMED con il contributo del Ministero Beni e Attività Culturali e Turismo e della Regione Autonoma della Sardegna. In collaborazione con ACS Abruzzo Circuito Spettacolo

 

Uno spettacolo che vuole rispecchiare e indagare la società odierna, così assuefatta ai media e alla tecnologia. Una tecnologia fatta di televisione, di smartphone, di social network che sembrano dettare legge sulla nostra quotidianità, una tecnologia che ci condiziona, che influenza i nostri rapporti e il nostro modo di agire, che ci omologa. Un lavoro coreografico fortemente esplicativo portato in scena con la giusta leggerezza, senza cadere in toni giudicatori. Un punto di vista che, forse, ritrae l’individuo completamente privo di spirito critico, cosa che di certo avrebbe trovato condivisione tra i primi studiosi della società dell’informazione, ma che sicuramente pone le basi per una riflessione attenta e profonda sugli effetti che il progresso porta con sé. Un invito a prendere le distanze, anche solo per un momento, da tutto questo “essere hi-tech”, proprio come ci esortano gli stessi danzatori sul finale della coreografia “spegnendo” la loro performance. (Simona Pucciarelli)

 

 

 

120 gr

 

COREOGRAFIA:  Sara Pischedda
REGIA:   Sara Pischedda
MUSICHE:   Marco Schiavoni
COSTUMI:  Marco Nateri, Stefania Dessì
LIGHT DESIGNER:   Stefano De Litala
DANZATORI:  Sara Pischedda

Siamo nell’era della perfezione, dove si corre e rincorre il mito del bello.

Siamo veramente sicuri che  bello siasinonimo di  perfetto ? Siamo sicuri che nascondere il proprio  essere con tutti i difetti connessi  sia sbagliato ?

Le persone  ci vedono , anche se il nostro aspetto non è  venuto dovrebbe essere ? Quanto spazio ci si aspetta che il corpo possa occupare? Il corpo può diventare invisibile oppure troppo visibile: esposto, misurato, valutato, criticato, idealizzato, idolatrato, esaltato, censurato.

Mettiamoci in posa, col broncio sexy! Clicco i flash della fotocamera del telefono si confondono con i pensieri, in un continuo brusio di fondo che stordisce: un aspirapolvere acceso che inghiotte l’immagine che hai di te stesso. Viviamo all’incessante ricerca di conferma, l’imperativo è conforme allo standard. Fino a che punto lasciare che le parole che possono descrivere il nostro aspetto fisico definiscano anche la nostra identità?

Progetto FIND-Festival Internazionale Nuova Danza creato all’iniziativa “Sillumina – Copia privata per giovani, per la cultura” con il supporto MiBACT e SIAE 2017

 

 

BIGLIETTI:
INTERO            7 €
RIDOTTO         5 € (studenti universitari, iscritti scuole di danza, bambini 10-12 anni, over 65)
RIDOTTO        3 € (bambini dai 6 anni ai 9 anni)
GRATIS            bambini fino a 6 anni se tenuti in braccio

Vendita biglietti il ​​giorno stesso dello spettacolo presso il botteghino del Teatro ai Colli (due ore prima dell’inizio di ogni spettacolo).

Per vedere il programma completo del Festival visita il nostro sito 

www.lasferadanza.it 

 

Direttrice Artistica Gabriella Furlan Malvezzi